Página 1 dos resultados de 18 itens digitais encontrados em 0.000 segundos

Vedação da concorrência do trepassante do estabelecimento empresarial: seus limites e sua aplicação no espaço real e virtual.; Divieto di concorrenza del trepassante dello stabilimento imprenditoriale: i suoi limiti e la sua applicazione nello spazio reale e virtuale

Queiroz, Regis Magalhães Soares de
Fonte: Biblioteca Digitais de Teses e Dissertações da USP Publicador: Biblioteca Digitais de Teses e Dissertações da USP
Tipo: Dissertação de Mestrado Formato: application/pdf
Publicado em 03/08/2000 PT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Nesse trabalho, a empresa é encarada pelo perfil funcional, primeiramente sob um ponto de vista interno, quando são analisados seus fatores componentes, notadamente o aviamento e a clientela -, em seguida pela perspectiva externa, quanto é tratada como objeto de direitos. Nessa parte, estuda-se o trespasse da azienda e a proibição de concorrência do alienante como uma sua conseqüência natural, implícita mas derrogável, desse tipo de negócio jurídico. Essa obrigação é, então, analisada à luz dos princípios da liberdade de iniciativa e da livra concorrência, concluindo-se pela harmonia entre eles quando a vedação da concorrência é limitada no seu objeto e no espaço geográfico, bem como por um período definido de tempo. Nessa parte, propõe-se o recurso aos conceitos de mercado relevante para definição do objeto e da área em que a concorrência é proibida, bem como a aplicação analógica do inc. III, do art. 51 da Lei n° 8.254/91 (em vez do período cuja analogia é a mais invocada, do inc. II do mesmo dispositivo legal). Por fim, é analisada as possibilidade e conseqüências jurídicas que do advento do comércio eletrônico, que altera a noção de mercado geográfico, ampliando as possibilidades de concorrência...

Luce ed ombra nella rappresentazione. Rilettura storica e sperimentazioni eidomatiche

Calisi, Daniele
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Il processo di sviluppo della teoria delle ombre e del chiaroscuro non può prescindere da secoli di disquisizioni sull’argomento della visione. In effetti, lo sviluppo delle teorie della visione affonda le proprie radici all’età ellenistica e il suo processo si protrae fino alla fine del XIX secolo. La relazione che sussiste tra le due teorie è evidente: entrambe sono collegate al problema della propagazione della luce e a quali effetti produce sulle cose. La luce che raggiunge gli oggetti viene riflessa o rifratta dando inizio ad una serie di azioni differenti: la luce che arriva (riflessa o rifratta ma anche quella diretta) all’occhio permette la visione; i raggi luminosi bloccati dai corpi generano i raggi d’ombra, prolungamento dei primi, che all’intersezione con altre superfici formano le ombre portate; i raggi luminosi riflessi o rifratti dalle cose innescano una serie di interazioni tra gli oggetti stessi, tali che ognuno di essi partecipa del colore e della luminosità di quelli intorno proporzionalmente alla distanza che li separa. Il problema della visione è stato il primo ad essere studiato assiduamente dagli studiosi a partire dai filosofi del mondo antico e la propagazione della luce è il fondamento di queste teorie. Accanto all’ottica esisteva naturalmente anche l’interesse per gli aspetti più propriamente anatomici connessi alla visione...

Le superfici rigate e le superfici sviluppabili: una rilettura attraverso il laboratorio virtuale; The ruled surfaces and the developable surfaces: a re-reading through the virtual laboratory

FALLAVOLLITA, FEDERICO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
The objective of this study is to reveal the properties of ruled surfaces and developable surfaces through Virtual laboratory and, overall, to be a contribution to the renewal of descriptive geometry. The basis of the research lies within the scientic foundations of drawing and of mathematical representation method. The study’s structure can be divided into two essential moments: - the historical recognition on ruled surfaces from the point of view of solid geometry and descriptive and projective geometry, going from the treaty of J.N. P. Hachette (1828) to the texts of G. Fiedler (1878), F. Aschieri (1888) and G. Fano (1925); - the rereading of theoretical propositions concerning this two type of surfaces, through a series of experiments carried out within the virtual laboratory of new descriptive geometry. A virtual laboratory can be de_ ned as a digital workshop, where it is possible to control directly in a three-dimensional space the problems of shapes’ generation that may be found in geometry and architecture. As a matter of fact, computer, besides its limits in modeling, has proved to be an essential tool for the display of some properties of ruled surfaces. Several theoretical concepts I have analyzed are only enunciated in literature...

La costruzione dello spazio del sacro cattolico nell XXI secolo in Italia e Francia fra tradizione e futuro, attrattività e repulsione. Esperienze a Roma e Parigi dopo il Grande Giubileo

MARCUCCETTI, ANDREA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Quali sono le problematiche poste per la costruzione di una chiesa del terzo millennio nel tessuto urbano? Quali sono, attualmente, i luoghi di culto – più o meno visibili – capaci di attirare fedeli, abitanti ma anche visitatori o migranti in transito? Che tipo di conflitti la costruzione di una chiesa o più generalmente di uno spazio del sacro, può generare in un quartiere e quali potrebbero essere le condizioni per evitarlo ? In certi casi, i luoghi di culto contribuiscono a rinforzare il sentimento di appartenenza e/o d’identità ; sono anche dei punti di orientamento nella città, che, supera la scala della loro comunità aprendosi anche ad altre confessioni. Essi partecipano alla vita urbana attraverso molteplici eventi che possiamo qualificare di cultura (concerti, kermesses, rappresentazioni teatrali). Questo lavoro interroga la nozione di sacro tanto dal punto di vista spaziale, attraverso l’analisi delle chiese costruite a Roma e a Parigi, dopo il Grande Giubileo (tra il 2000 e il 2010), che dal punto di vista delle rappresentazioni individuali e collettive; i poli della celebrazione liturgica e le loro diverse componenti sono considerati anche come dei luoghi che rivelano una cultura e non degli oggetti presi individualmente. Tra tradizione e futuro...

La scuola di oggi nella scuola di ieri - Linee guida per un recupero delle qualità

BIZZARRI, EMANUELA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Il patrimonio immobiliare scolastico italiano è costituito prevalentemente da pregiati edifici costruiti prima del Secondo conflitto mondiale. Questi edifici, alcuni dei quali sottoposti a vincolo di tutela, in molti episodi presentano qualità architettoniche, spaziali, distributive notevoli e, comunque, sono dei preziosi testimoni della storia. Tuttavia, questo splendido patrimonio non sta reggendo il passare del tempo. Come abbiamo modo di leggere quasi quotidianamente dalle cronache, lo stato di conservazione di molti edifici lascia a desiderare, dove non addirittura rasenta la fatiscenza. Lo studio proposto vuole analizzare lo stato dell’immenso patrimonio degli edifici scuola per proporre delle linee guida per il loro recupero ed adattamento alle esigenze didattiche presenti e future. Siamo dunque partiti con una ricognizione del tema di base, cioè l’edilizia scolastica, ma rivolgendo l’attenzione a quelle strutture edificate appositamente per quell’uso, e non a quelle nate per altre funzioni e successivamente adattate. Inoltre, data la ricchezza del tema, si è ristretto il campo di studio ad un determinato periodo, limitandolo all’arco temporale che intercorre tra l’Unità d’Italia e il Secondo conflitto mondiale. Si sono individuate all’interno di questo periodo tre fasi stilistiche...

Applicazioni innovative di procedure sperimentali a raggi X per lo studio di reperti archeologici di scavo

TARQUINI, OMBRETTA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.55%
The present thesis is the result of a close collaboration with the Sovrintendenza Speciale dei Beni Archeologici di Roma (SSBAR), who had raised the issue of the study of archaeological excavation, prior to the conservation and restoration. The modus operandi can be shared into three steps. First, a working procedure was defined. The working procedure is the application of analytical techniques to X-ray radiography first, and then to the digital image processing, X-ray fluorescence and diffraction In the second step, we made changes and improvements to the utilised instrumentation. For radiography experiment, it was realised a radiographic bench, equipped with an experimental X-ray generator whose management program in VB was written on my own (.net language). For the instrumentation utilised for XRF, it was achieved an handling system XYZ, equipped with a tracking system that allows to document the measuring point owing to a portable microscope. Concerning the diffraction instrumentation, a reading system of the detector of type IP diffractometer was improved and upgraded. Finally, the procedure was applied on different types of findings provided by the superintendent, using the previously described instrumentation. We analyzed about 50 soil blocks from Crustumerium (IX sec. BC) containing iron- and copper alloy- metallic objects...

Le imprese e il social commerce: caratteristiche distintive, potenzialità, opportunità di marketing e sfide manageriali

LATORRE, ANNALUCE
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
I social media hanno radicalmente modificato le modalità di fruizione del canale online da parte degli utenti, segnando lo sviluppo di un’“era consumer-driven”. Oggi, infatti, i consumatori utilizzano sempre più spesso i media sociali come luoghi privilegiati per condividere informazioni in merito a prodotti, brand ed imprese. Questa forma di cooperazione tra utenti - che si traduce in un legame tra socialità virtuale e shopping online - ha portato all’emergere di una nuova forma di commercio elettronico denominata social commerce. Nato negli Stati Uniti e poi diffusosi in Europa, il social commerce può essere definito come “a form of commerce mediated by social media involving convergence between the online and the offline environments” (Wang e Zhang, 2012). Malgrado il fenomeno sia piuttosto recente, Forrester Research (2011) stima che, entro il 2015, il fatturato generato dal social commerce raggiungerà un valore di 30 miliardi di dollari. Nel corso degli anni il social commerce ha ricevuto molta attenzione sia dagli studiosi sia dai practitioner, perché considerato in grado di modellare la nascita di una nuova modalità di vendita online. Tuttavia, similmente a quanto accaduto più di dieci anni fa con l’emergere del commercio elettronico...

Dal principe "virtuale" di Machiavelli al principe reale: concezioni e pratiche politiche in Italia nell'età di Carlo V; la successione in Sicilia

Ligresti, Domenico
Fonte: Sociedad Estatal para la Conmemoración de los Centenarios de Felipe II y Carlos V Publicador: Sociedad Estatal para la Conmemoración de los Centenarios de Felipe II y Carlos V
Tipo: Conferência ou Objeto de Conferência
ITA
Relevância na Pesquisa
16.85%

Sviluppo di un Esperimento Virtuale su un Sito WEB per Far Conoscere le Potenzialità dell'Interferometria Laser ESPI, Realizzato con Tecnologie Internet

ADORNO Antonio
Fonte: Centro Comum de Pesquisa da Comissão Européia Publicador: Centro Comum de Pesquisa da Comissão Européia
Tipo: PhD Theses Formato: Printed
ENG
Relevância na Pesquisa
16.85%
Abstract not available; JRC.(ISIS)-Institute For Systems, Informatics And Safety

Un modello di simulazione del comportamento umano negli edifici; Modelling and simulating human behavior in buildings

Simeone, Davide
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Predicting future users’ behaviour and their activities in a building is a cardinal and highly complex task that designers have to face during the design process. Even though architects and their clients have at their disposal several computational tools which can help them to predict and evaluate many aspects of building performance such as cost, energy consumption, and structural integrity, they have no means to predict and evaluate how well the proposed design will perform from the users’ point of view. Simulative approaches are gradually overcoming this shortcoming but, at present, they are limited to the representation of specific occurrences and behavioural performance aspects -such as emergency egress and crowd behaviour- while more extensive and comprehensive representations of human behaviour in built environments, able to simulate everyday life and activities in buildings, are still missing. Capitalizing on current developments in the video game industry, this research -partially developed at the Technion Israel Institute of Technology and at Berkeley University of California- aims at establishing a new approach to human behaviour simulation in built environments, based on a clear, reliable and precise formalization of the use processes as specific structures of active entities called Events. Their role is to comprise knowledge about the building users...

Dall'Utopia all'Eterotopia. Viaggio nell'immaginario utopico tra Hippie e Virtual World

D'ORAZIO, DAVIDE
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
IT
Relevância na Pesquisa
28.4%
Lo scopo di questa tesi di dottorato è quello di analizzare e descrivere la trasformazione all’interno dell’immaginario utopico che si è prodotto con lo sviluppo dei nuovi mezzi di comunicazione, partendo dai mass-media quali la radio e la televisione per arrivare ai new-media quali internet e la realtà virtuale. All’interno di questo viaggio utopico si è tentato di dimostrare come i nuovi mezzi di comunicazione abbiamo influenzato e determinato una trasformazione categoriale dell’immaginario utopico, una trasformazione che ha dato vita ad una traslazione categoriale dalla dimensione temporale a quella spaziale, che noi abbiamo definito, riprendendo una definizione foucaultiana, eterotopia. Ricordiamo che con questo termine intendiamo una particolare forma utopica per cui la Società Perfetta non nascerà o prenderà vita nel futuro, quindi mettendo in primo piano la dimensione temporale, ma al contrario la dimensione privilegiata diviene lo spazio, quindi l’utopia prende possesso di uno spazio alternativo e contemporaneo alla società “dominante”. Come primo esempio di questa trasformazione assiologica abbiamo preso la Comune hippie degli anni ‘60, l’espressione più importante dell’utopia della Controcultura di quegli anni; abbiamo analizzato...

Strumenti di integrazione e misurazione per il Supply Chain Management: sistemi di coordinamento e collaborazione virtuale

Di Gravio, Giulio
Fonte: La Sapienza Publicador: La Sapienza
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Dario Amodio, Domenico Falcone, Loredano Santo

SVILUPPI DEL PENSIERO SISTEMICO NELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA; Il principio di organizzazione/autoorganizzazione nel progetto architettonico

CAUSARANO, ROBERTA MARIA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Obiettivo della dissertazione è indagare il ruolo delle nuove tecnologie digitali e l’emergere di concetti derivati dal pensiero scientifico e filosofico contemporaneo - quali quelli di organizzazione, autorganizzazione, feedback/ricorsività - all’interno di alcune ricerche architettoniche contemporanee. Ciò che, in particolare, caratterizza tali ricerche è la centralità del processo progettuale e la tendenza, attraverso strumenti di generazione della forma dinamici ed evolutivi, ad assimilare sempre più l’architettura e le sue dinamiche organizzative al mondo vivente. L’emergere in architettura di questo nuovo paradigma, caratterizzato dal prevalere degli aspetti relazionali, è strettamente legato all’uso dello strumento informatico (e dunque alla “rivoluzione informatica” in architettura) ed è il riflesso di un pensiero più ampio che caratterizza la nostra epoca: esiste, cioè, uno stretto legame tra processo creativo e tecnica e, di conseguenza, l’introduzione di nuovi strumenti e tecnologie modifica radicalmente non solo il modo di rapportarsi alla creazione artistica ma, più in generale, le modalità secondo cui conosciamo e percepiamo ogni realtà. L’importanza della rivoluzione informatica in architettura è...

Elementi per una Teoria Critica della Società nell'Età dell'Informazione

De Giovanni, Flavio
Fonte: La Sapienza Publicador: La Sapienza
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
Michele Sorice, Carmelina Canta, Ivetta Ivaldi

Dinamica, Guida e Controllo di Sistemi Spaziali Multipiattaforma

FELICETTI, LEONARD
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.85%
La tesi è organizzata in tre parti, che rappresentano essenzialmente i tre campi in cui si è suddivisa l’attività, portando il candidato ad affrontare problemi di natura diversa pur mantenendo un filo logico nella ricerca. La prima parte descrive e studia la dinamica dei sistemi multibody propriamente detti, cioè vere e proprie catene cinematiche che presentino un grado di vincolo “rigido” che si trovano ad operare in un ambiente non usuale come quello spaziale. Questo è tipicamente il caso di manipolatori spaziali montati a bordo di piattaforme orbitanti atti ad effettuare manovre di grasping di altri oggetti in orbita, ma anche, ad esempio, dei sistemi di dispiegamento dei pannelli solari sui satelliti. Successivamente si è rilassato il grado di vincolo riducendolo da rigido ad elastico e studiando la dinamica delle “Space Webs”, cioè sistemi formati da più piattaforme poste a grande distanza reciproca ma allo stesso tempo interconnesse tra loro mediante l’utilizzo di cavi. Infine nella terza parte si giunge alla completa eliminazione del vincolo materiale tra le piattaforme e quindi allo studio delle formazioni di satelliti, siano essi considerati come punti materiali (ed analizzandone la sola posizione) o come corpi di dimensioni finite (e considerandone quindi anche l’assetto relativo). La ricerca in questo caso ha riguardato lo studio di leggi di guida e controllo atte proprio a ridefinire un vincolo di tipo virtuale tra le piattaforme stesse...

L’Augmented Reality e le sue possibili applicazioni nell’ambito della Rappresentazione Architettonica; Tecniche di rappresentazione contemporanee interattive: limiti e potenzialità

PRIMAVERA, TIZIANA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.55%
Viene condotta una valutazione critica relativa all'introduzione sperimentale della Realtà Aumentata in ambiti di natura architettonica e di rappresentazione multimediale interattiva ad essi relativi.; Lo studio condotto concerne lo sviluppo di applicazioni su piattaforme di Realtà Aumentata, finalizzate a ricostruzioni virtuali di beni architettonici.

El Escorialensis X.IV.6: un iatrosophion palimpsesto en el círculo mesinés de Constantino Láscaris

Pérez Martín, Inmaculada
Fonte: Conselho Superior de Investigações Científicas Publicador: Conselho Superior de Investigações Científicas
Tipo: Comunicación de congreso Formato: 2665457 bytes; application/pdf
SPA
Relevância na Pesquisa
16.85%
En: Libri Palinsesti greci: Conservazione, restauro digitale, studio; Se estudia un códice griego de la Biblioteca de S. Lorenzo de El Escorial (Escorialensis X.IV.6), en parte copiado en el Salento en el s. XII/XIII reutilizando pergaminos anteriores de diversas procedencias, todos ellos escritos en griego, en mayúscula o minúscula, con textos teológicos y homiléticos. El Escorialensis X.IV.6 es un códice misceláneo, adquirido en Italia por Antonio Agustín y formado con fragmentos de otros códices localizables en el sur de Italia. Se trata de textos de uso eclesiástico, con la excepción de un iatrosophion (conjunto de compuestos curativos y su administración) para cuya transcripción se reutilizó el pergamino y que interesaba a Constantino Láscaris, profesor mesinés a cuyo círculo hay que vincular el códice misceláneo actual.; Rinascimento Virtuale. Digitale Palimpsestforschung.

Telecollaborative Foreign Language Networks in European Universities : A Report on Current Attitudes and Practices

Guth, Sarah; Helm, Francesca; O'Dowd, Robert
Fonte: Universidade Autônoma de Barcelona Publicador: Universidade Autônoma de Barcelona
Tipo: Artigo de Revista Científica Formato: application/pdf
Publicado em //2014 ENG
Relevância na Pesquisa
16.85%
This paper reports on a survey which sought to identify the state of the art in the practice of telecollaboration in Europe. It was the first large scale survey carried out on the practice of telecollaboration in Europe and was carried out as part of the European Commission funded project, INTENT - Integrating Telecollaborative Networks into Foreign Language Higher Education. Also known as Online Intercultural Exchange (OIE), telecollaboration engages groups of foreign language learners in virtual intercultural interaction and exchange with partner classes in geographically distant locations. Much research has been carried out on telecollaboration, though this comprises largely of small-scale studies on single telecollaboration projects. The aim of this paper is to discuss the findings from the final report on the survey, provide recommendations for decision-makers and teachers based on these findings and present the UniCollaboration website that was developed largely on the basis of the findings. The paper ends with a brief comparison of the INTENT survey results to findings from two other OIE projects: eTwinning and the COIL Institute for Globally Networked Learning in the Humanities. Keywords: Telecollaboration, Foreign Language Teaching...