Página 1 dos resultados de 3 itens digitais encontrados em 0.000 segundos

Verso il degrado; Un inquadramento dei processi di desertificazione in Italia dal secondo dopoguerra ad oggi in un'ottica ambientale e socioeconomica

ZITTI, MARCO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
27.08%
In molti paesi sviluppati, drammatici cambiamenti nelle società e nelle strutture economiche si sono verificati nel corso degli ultimi anni. Questi processi implicano anche cambiamenti nella disponibilità di risorse naturali e nella configurazione del paesaggio con impatti sulla qualità dell’ambiente. A titolo di esempio, i cambiamenti avvenuti dal secondo dopoguerra ad oggi, nella struttura delle economie dei paesi Mediterranei hanno causato pressioni su ecosistemi fragili, soprattutto nelle aree più sensibili ed economicamente svantaggiate, e su territori tradizionalmente polarizzati. Tali cambiamenti, dovuti a cause bio-fisiche e antropogeniche destano una sempre maggiore attenzione nelle scienze sociali, discipline interessate a mettere in luce le possibili conseguenze del degrado degli ecosistemi sulla popolazione e sui sistemi economici, nonché la risposta delle società locali a tali cambiamenti. Incertezza e rischio vengono pertanto interpretati come concetti chiave di questo percorso interpretativo che riguarda, in modo integrato, le dinamiche economiche, i cambiamenti sociali e l'azione politica. Configurandosi come un problema sociale ed economico al tempo stesso, il degrado delle terre appare correlato al nostro sistema di produzione e consumo che si fonda su una nozione di progresso...

L’agricoltura italiana tra sviluppo economico e fallimento ambientale. Il caso dell’Italia centrale. Toscana, Marche e Umbria dal secondo dopoguerra alla fine degli anni Ottanta.

CHIATTI, ROSA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.32%
L’idea di sviluppare un progetto di ricerca volto ad analizzare i mutamenti intervenuti nell’agricoltura di tre particolari regioni quali Toscana, Umbria e Marche è scaturita dall’osservazione di alcune immagini, scattate da Henri Desplanques nelle campagne dell’Italia centrale nell’arco di un ventennio (1953-1973), che mettono in luce in maniera molto vivida e impietosa le graduali e progressive trasformazioni che il paesaggio agrario di una regione, come del resto anche Toscana e Marche, caratterizzata da secoli di peculiari assetti colturali e paesaggistici, ha subito in un lasso di tempo piuttosto breve. Nella prima metà degli anni Sessanta Desplanques descrive in questi termini le colline umbre “(...) i pendii sembrano come morti, anche se qualche rado cespuglio o zolla erbosa vi si abbarbica qua e là. I dissodamenti d’un tempo avevano costretto il bosco ad indietreggiare, oggi le colture sono sostituite da vegetazione stopposa”. Queste brevi considerazioni unite alla forza delle immagini hanno creato l’interesse di andare ad indagare le motivazioni sottese ad un così radicale e repentino stravolgimento di assetti agricoli che per secoli hanno sostenuto e caratterizzato le campagne dell’Italia centrale. In questo studio sono state esaminate le realtà agricole di Toscana...

I TERRITORI DEBOLI. Il contributo dei sistemi locali marginali per uno sviluppo equilibrato del territorio europeo nell'epoca della competitività

Di Salvo, Giacomina
Fonte: La Sapienza Publicador: La Sapienza
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
37.32%
Carlo Donolo, Roberto Mascarucci, Francesca Moraci