Página 1 dos resultados de 18 itens digitais encontrados em 0.000 segundos

La campagna abitata; Una nuova dimensione dell’abitare tra l’urbano ed il rurale; Forme, rappresentazioni e qualità

ESPOSITO, FABRIZIO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.89%
La tesi esplora il campo teorico delle definizioni terminologiche e sperimenta la pratica delle rappresentazioni al fine di interpretare e descrivere un nuovo “fenomeno urbano”, che sta diffondendosi in modo capillare, anche se non sempre evidente, nei territori rurali un tempo vocati all’agricoltura. Diversamente da quanto avvenuto nel passato recente, il nuovo fenomeno non si diffonde nei territori meno resistenti delle pianure e dei fondovalle, assoggettando la “campagna” alla diffusione di forme urbane, funzionali all’innovazione delle attività produttive, ma risale le pendici collinari, intrecciando nuovi modi di abitare “urbanamente la campagna” con il mondo agricolo tradizionale, e spesso marginale, della collina. La “campagna”, per un verso, è investita da processi produttivi e organizzativi che ne rimodellano i contenuti umani. Per altro verso, appare come il riflesso delle dinamiche urbane, di cui è riserva soprattutto di “spazio”. Le modificazioni profonde che marcano l’attività agricola del territorio italiano nel corso dell’ultimo mezzo secolo (de-ruralizzazione, da un lato e passaggio dalla coltura promiscua a quella specializzata di tipo industriale, dall’altro) parlano di diffusione dell’agricoltura part-time...

Galatei: buone maniere e cultura borghese nell'Italia dell'Ottocento

TASCA, Luisa
Fonte: Le lettere Publicador: Le lettere
Tipo: Livro
IT
Relevância na Pesquisa
16.46%
(Published version of EUI PhD thesis, 2002.); Nel corso dell’Ottocento furono pubblicati in Italia oltre 400 galatei, un fenomeno a torto trascurato dalla storiografia italiana. In quest’opera Luisa Tasca analizza il corpus di fonti secondo le prospettive più varie, collocando i galatei nel panorama editoriale del tempo, studiando la loro distribuzione territoriale, la tipologia, le strutture linguistiche, le tecniche argomentative adottate, i destinatari, gli autori. A partire da una rilettura del Nuovo Galateo di Melchiorre Gioia, il libro illustra il dibattito sull’incivilimento che coinvolse alcuni tra i più grandi scrittori del tempo – da Condorcet, a Leopardi, a Rosmini – e offre una riflessione sui temi della sociabilità, della sfera pubblica e della formazione dell’unità nazionale. Si rimette in discussione l’apparente omogeneità del processo di civilizzazione di Norbert Elias per ampliarlo con rimandi alla costruzione del mondo borghese e alle sue specifiche fratture e tensioni interne, ai suoi tempi e ritmi non sempre lineari. Ne risulta un’opera originale che mette in luce i conflitti tra sistemi normativi e progetti educativi diversi, tra le virtù sociali della sincerità e della dissimulazione, della domesticità e della mondanità...

La frontiera industriale: Territorio, grande industria e leggi speciali prima della Cassa per il Mezzogiorno

PETRI, Rolf
Fonte: Milano, FrancoAngeli Publicador: Milano, FrancoAngeli
Tipo: Livro
IT
Relevância na Pesquisa
27.33%
(Published version of EUI PhD thesis, 1989.); La nascita della Cassa per il Mezzogiorno sarebbe impensabile senza l'emergere, nel secondo dopoguerra, del "nuovo meridionalismo". Ma l'autore rileva come già prima si sia formata una vera e propria tradizione di interventi. La ricerca mira a dimostrare come proprio alcuni determinati meccanismi di agevolazione, poi integrati nello strumentario della Casmez, abbiamo già in precedenza avuto una notevole rilevanza pratica per l'irradiarsi della grande industria oltre i confini del triangolo industriale, in principio verso una fascia intermedia nordorientale e centrale., dalle Venezie alla Toscana, e successivamente verso sud. Va però distinta l'espansione cella grande industria dallo sviluppo delle regioni interessate (e leggi speciali spingono, sì, l'industria appena oltre la sua frontiera «naturale», ma i nuovi agglomerati di fabbriche non diventano -poli di sviluppo.. Accanto a una breve rassegna della legislazione speciale per l'industria - dalla legge Nitti per Napoli del 1904 alle zone industriali precedenti e concomitanti con la Cassa per il Mezzogiorno - e una divagazione sulla politica industriale dell'epoca fascista, l'indagine verte sulle zone industriali cresciute o create all'insegna dell'autarchia: Porto Marghera...

Dall'impresa all'associazione: le organizzazioni degli imprenditori: la Confindustria in prospettiva comparata

LANZALACO, Luca
Fonte: Milano, FrancoAngeli Publicador: Milano, FrancoAngeli
Tipo: Livro
IT
Relevância na Pesquisa
17.29%
(Published version of EUI PhD thesis, 1988.); Le associazioni imprenditoriali sono attori politici che, paradossalmente, sono tanto influenti quanto poco studiati. La scienza politica, infatti, assai raramente ha rivolto la sua attenzione allo studio dell'organizzazione e della rappresentanza degli interessi imprenditoriali sia nell'arena politica che in quella delle relazioni industriali. Alla base di questo libro sta l'idea che, per capire quello che sono oggi le associazioni imprenditoriali, occorre partire dall'analisi del modo in cui esse sono nate e si sono formate. L'indagine inizia quindi dall'esame delle caratteristiche distintive del sistema di rappresentanza degli imprenditori italiani visto in una prospettiva comparata, rivolgendo particolare attenzione alla Confindustria, la più rappresentativa associazione del settore industriale. Viene quindi ricostruito lo sviluppo organizzativo della Confindustria, dalla fase di «germinazione spontanea» delle prime forme associative nella seconda metà del 1800 fino ai più recenti progetti di riforma, al fine di individuare le radici storiche della sua peculiarità e dei suoi problemi, nonché le principali questioni che essa dovrà affrontare in vista della «scadenza del 1992». Infine...

New Orleans, lezione di città resiliente?; Le strategie di ricostruzione dopo una catastrofe naturale

MICALELLA, MARIA LUIGIA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.73%
Le strategie della ricostruzione dopo una catastrofe naturale, analizza il processo di ricostruzione della città americana conseguente al disastro provocato dall'uragano Katrina nel 2005. La tesi prende in considerazione in particolar modo le catastrofi naturali degli ultimi dieci anni e il modo in cui le città, a causa dei cambiamenti climatici, debbano applicare strategie resilienti per difendersi dalle calamità. Nell’ultimo decennio anni infatti le catastrofi naturali hanno conosciuto un incremento sostanziale tale da rendere necessaria una presa di posizione da parte di tutte quelle discipline che si occupano dell’uomo e del suo benessere tra le quali vi è naturalmente anche l’architettura. Di fronte a sconvolgimenti di ampia portata si rende necessaria una capacità di reazione notevole alla quale l’architettura può offrire un vasto contributo tramite la progettazione integrata dei vari sistemi complessi che compongono una città. ¬¬¬ Abbiamo articolato la ricerca in tre sezioni, come si evince dall’indice che riportiamo di seguito. Nella prima parte abbiamo introdotto il tema delle catastrofi partendo dal significato stesso della parola così come la intendevano gli antichi greci in generale e Aristotele nello specifico. All’origine il termine non possiede alcuna connotazione negativa e indica semplicemente un mutamento di rotta...

L'immagine come fattore competitivo. Geografia, turismo e brand territoriali

ZANUTTO, FRANCESCA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
27.3%
Lo spazio turistico è soprattutto immagine: immagine che si fanno i turisti e che danno gli organizzatori di vacanze (Miossec, 1977). L’immagine però è fluida e non esiste solo quella turistica. L’obiettivo di questa tesi è identificare come l’immagine e il branding territoriale rientrino tra gli elementi della competitività di una destinazione, non solo a livello turistico, e come possano far parte degli studi geografici e della pianificazione territoriale. I casi studio relativi all’Italia e al Brasile, affrontati nell’ultimo capitolo, rielaborano alcuni dati e offrono alcuni spunti per riflettere sul tipo di immagini percepite e veicolate in paesi a diverso grado di sviluppo economico, le implicazioni a livello di sviluppo territoriale e turistico. L’obiettivo è proporre soluzioni che tengano in considerazione non soltanto la competitività economica ma anche la formazione continua di identità, la cooperazione e le reti turistiche, lo sviluppo sostenibile e politiche che integrino strategie di innovazione e conservazione.

SHANGHAI PUDONG - A MISSED OPPORTUNITY FOR METROPOLITAN CHINA; SHANGHAI PUDONG - UNA OPPORTUNITA MANCATA DI CINA DELLE METROPOLI

ZHAI, HAILIN
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
EN_US
Relevância na Pesquisa
17.01%
The development of the Pudong New District in Shanghai has missed the opportunity to introduce an innovative and inspirational urban model for cities around the world. This study investigates the aesthetic and influential role of Pudong as an urban environment and as a global model for new metropolitan China. The Pudong New District in Shanghai was conceived to be an excellent model for Chinese city planning, and has served as influence to many other Chinese cities. It directly corresponds with successful urban development criterion defined by Chinese authorities and is also located within one of the most populated and developed cities in mainland China. Located along the east side of the Huangpu River, Pudong covers a territory area of 1210 square kilometers(almost 1/5 of the total municipality area of Shanghai), with a population of 5 millions(2010), and its gross domestic product amounts to an estimated 53.98 billion US dollars, ranking the 72nd in the world if regarded as a country. However, despite extensive planning and promotion by the government, the actual urban growth of Pudong resulted in a disagreeable, or failed, urban environment. The study of Pudong is able to capture how the contemporary Chinese city is configured, constructed...

STORIA E CULTURA RELIGIOSA NELLA SPAGNA DEL SIGLO DE ORO

NOGUÉS BRUNO, MARIA PILAR; MARÍA PILAR, NOGUÉS BRUNO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.73%
Tesi di Dottorato: STORIA E CULTURA RELIGIOSA NELLA SPAGNA DEL SIGLO DE ORO: L'AUTO SACRAMENTAL COME STRUMENTO DI (CONTRO) RIFORMA CATTOLICA – dott.ssa Maria Pilar Nogues Bruno La ricerca di tesi intende delineare alcuni risultati di studio sull'auto sacramental come genere letterario e di mobilitazione teologica - per il rafforzamento dell’ortodossia cattolica e contro l'eresia - che ha caratterizzato una fase importante della storia e della cultura della Spagna moderna, tra XVI e XVII secolo. Il neo-cattolicesimo tridentino, "controriformistico" e "riformatore" insieme, trova infatti nella Spagna degli Austria (marcata fortemente dalla passione religiosa del re Filippo II) un esempio straordinario per inquadrare quali strumenti le élite misero in campo per mobilitare il popolo alla riscoperta della fede "contro" l'eresia. Proprio nel genere degli autos si cimentarono infatti grandi autori del tempo, che entro i limiti del genere diedero un'impronta particolare alle proprie opere del genere. Tra questi Lope de Vega, di grande notorietà e influenza a quel tempo, ne è uno degli esempio più autorevoli. Il Cinquecento è il secolo che alimenta con il suo pensiero e la sua azione alcuni eventi che stanno alla base del mondo moderno. Esso introduce...

Benchmarking delle tecnologie ecosostenibili tradizionali nel compendio storico dell’architettura islamica per una metodologia di trasferimento su fabbriche contemporanee.

ROMANO, VALENTINA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.05%
Lo studio realizzato è suddiviso in 3 fasi storiche: il passato, il contemporaneo, la prospettiva con la presentazione di un progetto esempio di costruzione eco-compatibile. Lo strumento di lavoro è la descrizione dei sistemi e delle metodologie di costruzione dei periodi considerati, il loro raffronto, l’individuazione nell’antico delle tecniche migliori e delle potenzialità tecnologiche del moderno fino alla presentazione di un caso concreto che rappresenta la sintesi tra vecchio e nuovo, tra la tradizione e il futuro, con una attenzione particolare all’impatto ambientale ed all’efficienza energetica. L’obiettivo è quella di individuare, dopo una analisi dettagliata di ogni fattore esterno (clima, posizione geografica, composizione del terreno, ecc) ed interno (materiali, distribuzione interna, rapporto tra edificio e natura ecc.. ) della costruzione, le linee guida di una “progettazione intelligente” capace di coniugare passato, presente e futuro per soddisfare le nuove esigenze dell’uomo, per una migliore qualità della vita e dell’ambiente naturale ed urbano, utilizzando le soluzioni e le possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Ogni periodo viene analizzato sotto il profilo storico, sociale, religioso...

Gli Itinerari Culturali come strumento nella pianificazione per la protezione e tutela del patrimonio storico-culturale. Il caso del Camino Real de Tierra Adentro in Messico

HERRERA FAVELA, LUIS CARLOS
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.62%
Il Camino Real de Tierra Adentro, era una rotta di penetrazione prima militare e successivamente commerciale, di oltre 2500 km di lunghezza che collegava Città del Messico con la città di Santa Fè, nel New Messico (Stati Uniti d'America). Con la sottomissione e distruzione di Tenochtitlàn (capitale dell'impero azteco), nel 1521 inizia il processo di espansione territoriale della corona spagnola. A partire da Città del Messico vengono intraprese almeno quattro direttrici di conquista verso Veracruz a est, Acapulco a ovest, Guatemala a sud e Santa Fe del Nuovo Messico verso il nord. I Caminos Reales sono state le rotte principali dei trasporti per le comunicazioni, e gli scambi commerciali e culturali. L'esercito, organizzato in piccoli nuclei e distaccamenti di cavalleria leggera proteggeva i viaggiatori, gli allevamenti e le merci trasportate lungo queste rotte. Solo nel 1598 i conquistadores consolidano il percorso verso nord e ne fanno una delle strutture portanti dei loro traffici commerciali in relazione alle risorse naturali che via via riuscivano a sfruttare; la rotta sarà tenuta in vita con alterne vicende fino al 1853, anno di ridefinizione dei confini nazionali tra il Messico e gli Stati Uniti d'America. Oggi, per circa due terzi dell'intero percorso...

L’agricoltura italiana tra sviluppo economico e fallimento ambientale. Il caso dell’Italia centrale. Toscana, Marche e Umbria dal secondo dopoguerra alla fine degli anni Ottanta.

CHIATTI, ROSA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
26.87%
L’idea di sviluppare un progetto di ricerca volto ad analizzare i mutamenti intervenuti nell’agricoltura di tre particolari regioni quali Toscana, Umbria e Marche è scaturita dall’osservazione di alcune immagini, scattate da Henri Desplanques nelle campagne dell’Italia centrale nell’arco di un ventennio (1953-1973), che mettono in luce in maniera molto vivida e impietosa le graduali e progressive trasformazioni che il paesaggio agrario di una regione, come del resto anche Toscana e Marche, caratterizzata da secoli di peculiari assetti colturali e paesaggistici, ha subito in un lasso di tempo piuttosto breve. Nella prima metà degli anni Sessanta Desplanques descrive in questi termini le colline umbre “(...) i pendii sembrano come morti, anche se qualche rado cespuglio o zolla erbosa vi si abbarbica qua e là. I dissodamenti d’un tempo avevano costretto il bosco ad indietreggiare, oggi le colture sono sostituite da vegetazione stopposa”. Queste brevi considerazioni unite alla forza delle immagini hanno creato l’interesse di andare ad indagare le motivazioni sottese ad un così radicale e repentino stravolgimento di assetti agricoli che per secoli hanno sostenuto e caratterizzato le campagne dell’Italia centrale. In questo studio sono state esaminate le realtà agricole di Toscana...

L'abate di Saint-Pierre: l'idea d'Europa per un nuovo sistema di governo

IMPERI, MARINA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
17.01%
La figura dell’abate di Saint-Pierre si è prestata sempre a diverse interpretazioni, c’è chi lo considera un esponente del secolo passato, chi invece lo inquadra come precursore dell’Illuminismo, chi lo descrive come conservatore e chi come un progressista molto in anticipo per i suoi tempi. La sua produzione spesso viene criticata perché complessa, abbondante ma confusionaria, di solito utopica, priva di continuità e di coerenza. Nel prendere in esame questo autore si è cercato di inserirlo nel proprio contesto storico e culturale proprio per non lasciarsi fuorviare, per quanto possibile, da altre letture precedenti. Vista l’ambivalenza della critica in merito alla sua opera, si è cercato di dare voce al suo pensiero, e lasciare che fossero i suoi stessi progetti a guidarci nell’esame delle sue proposte e delle sue idee. Così nel primo capitolo, dopo una ricostruzione, seppure schematica, del processo evolutivo europeo, si è cercato di descrivere il periodo storico e l’ambiente culturale in cui si forma Saint-Pierre; la diversa e più complessa situazione politica della Francia, oltre che di un’Europa segnata dal pluralismo degli Stati territoriali. Ne emerge il ritratto di un uomo inserito nel proprio tempo...

il Progetto di Paesaggio Costiero; un progetto integrato di sviluppo sostenibile in ambiente costiero e nelle aree marine protette mediterranee, con l'ausilio del modello DPSIR

DAN, STEFANO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
37.15%
Nel 2006 la popolazione europea residente lungo gli 89.000 km di coste, in una fascia litoranea profonda 50 km, era circa il 50%. L'80% dell'inquinamento marino proviene da attività umane sulla terraferma. Nel decennio 1990-2000, le superfici artificiali sono aumentate di un'area pari a 190 km2 ogni anno. Il 61% dell'incremento delle superfici artificiali è dovuto alla costruzione di abitazioni, servizi e strutture per il tempo libero. Il 40% delle coste del Mediterraneo è occupata artificialmente da residenze e strutture turistiche. I dati riportati evidenziano lo stato di emergenza delle coste europee e mediterranee. Sono numerosi gli studi condotti in merito, in particolare si fa riferimento al dossier pubblicato nel 2006 dalla European Environmental Agency e "State of the Environment and Development in the Mediterrean" redatto invece dall'UNEP/MAP (2009), in entrambi emergono i dati relativi all'incremento della popolazione, e quindi l'urbanizzazione, sulla linea costiera e i cambiamenti di destinazione d'uso del suolo quali fenomeni critici. Le coste mediterranee sono spesso soggette a politiche più mirate alla crescita economica che non allo sviluppo sostenibile. Crescita e sviluppo sono due termini che individuano obiettivi diversi...

Elementi di sostenibilità urbana ed edilizia nell’architettura iraniana (fra XIX e XX secolo)

SHAHHOSEINI, AHAD
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.73%
L’osservazione, l’analisi e lo studio della casa e della città tradizionale iraniana, la sua trasformazione nel tempo e la configurazione dei suoi nuovi spazi urbani rappresentano, insieme, l’ambito di ricerca della seguente trattazione, che vede l’identità delle abitazioni e della città legate sia al senso di riconoscibilità che di appartenenza ad esse: se un’abitazione e una città sono in grado di modificarsi in ogni momento per aderire all’essere mutevole della vita, e soprattutto se consentono a chi le vive di riconoscersi in un ideale di cambiamento che lo faccia sentire parte di un progresso, allora la loro identità è riconosciuta. L’identità edilizia e poi quella urbana contemporanea sono nell’ultimo secolo minacciate dal forte impatto della globalizzazione del settore delle costruzioni, che ha visto delegare il comfort interno alle abitazioni totalmente all’impiantistica, determinando a livello urbano la realizzazione di edifici sempre più omologati e poco relazionati al contesto climatico e culturale. Per mezzo degli impianti di climatizzazione “si può vivere sotto soffitti bassi nei Tropici, dietro pareti sottili nell’Artico e sotto tetti non isolati nel deserto. Tutte le regole per il controllo climatico attraverso la struttura e la forma sono rese obsolete” (Benham...

Un modello stocastico per il calcolo del Fair Value della Riserva Sinistri R.C.Auto in presenza dell'Indennizzo Diretto e valutazione del requisito patrimoniale in ottica Solvency II

FERSINI, PAOLA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
16.73%
L’introduzione dell’Indennizzo Diretto nel ramo R.C.A., ha comportato negli ultimi anni una maggiore complessità nell’utilizzo delle metodologie statistico - attuariali per la stima della riserva sinistri, sia per la eterogeneità dei dati disponibili per le valutazioni (gestione dei sinistri ante e post 2007), sia e soprattutto per le diverse dinamiche sottostanti i fattori di rischio che caratterizzano e determinano il costo aziendale complessivo delle Compagnie di assicurazioni, in relazione alla gestione sinistri. In particolare, il D.P.R. n. 254 del 18 luglio 2006, e successivamente la Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto (CARD) che ha recepito le norme e stabilito gli accordi, disciplinano i limiti e le modalità di applicazione del risarcimento diretto, prevedendo una nuova struttura del costo dei sinistri, basata sul meccanismo dei Forfait gestionari e debitori. Pertanto il nuovo costo aziendale risulta composto da quattro componenti (sinistri No Card, Sinistri Card, Forfait gestionari e forfait debitori), caratterizzate da evoluzioni aleatorie differenti. Le quattro tipologie di sinistri elencate presentano, infatti, profili di sviluppo diversi: basti pensare, ad esempio, alla velocità di liquidazione dei sinistri Card...

I TERRITORI DEBOLI. Il contributo dei sistemi locali marginali per uno sviluppo equilibrato del territorio europeo nell'epoca della competitività

Di Salvo, Giacomina
Fonte: La Sapienza Publicador: La Sapienza
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
36.87%
Carlo Donolo, Roberto Mascarucci, Francesca Moraci

Marketing aplicado ao território o estudo de caso de Queluz

Marques, Sérgio Carlos Esteves
Fonte: Universidade de Lisboa Publicador: Universidade de Lisboa
Tipo: Dissertação de Mestrado
Publicado em //2013 POR
Relevância na Pesquisa
16.98%
A presente investigação visa compreender como o marketing poderá ser aplicado ao território através de um caso prático, a cidade de Queluz. O enquadre teórico base desta pesquisa contempla os conceitos de marketing territorial (Caroli 2006, 2010; Cidrais 1998; Kotler et al., 2003, 2004, 2007, 2009) e marca territorial (Azevedo, 2008, 2010; Elizagarate, 2008; Lencastre, 2007). A metodologia envolve observação directa, recolha de informação documental e de divulgação da cidade, tal como inquéritos aos vários públicos-alvo de um possível plano de marketing territorial, de modo a compreender a imagem que a cidade de Queluz é percepcionada pelos mesmos. Com base no quadro teórico-metodológico foi possível traçar linhas de orientação para um plano estratégico de marketing territorial e implementação da marca Queluz.; Riassunto: Questa ricerca si occupa di comprendere come il marketing può essere applicato al territorio attraverso un caso pratico, la città di Queluz. Il quadro teorico di questa ricerca comprende i concetti di marketing territoriale (Caroli 2006, 2010; Cidrais 1998; Kotler et al., 2003, 2004, 2007, 2009) e di marchio territoriale (Azevedo, 2008, 2010, Elizagarete, 2008; Lencastre 2007). La metodologia prevede l'osservazione diretta...

Territorios en transición. Retos y oportunidades del mundo rural en tiempos de crisis

Doneddu, Silvia; Espluga, Josep,
Fonte: [Barcelona] : Universitat Autònoma de Barcelona, Publicador: [Barcelona] : Universitat Autònoma de Barcelona,
Tipo: Tesis i dissertacions electròniques; info:eu-repo/semantics/doctoralThesis; info:eu-repo/semantics/publishedVersion Formato: application/pdf
Publicado em //2013 SPA
Relevância na Pesquisa
16.46%
La presente investigación tiene como objetivo la localización y caracterización de "Distritos Agroecológicos", a través de la identificación de casos paradigmáticos en los contextos territoriales de dos diferentes países europeos: Catalunya y Sardegna. Se identificarán dinámicas cooperativas vinculadas a procesos de producción y de organización del trabajo donde el conocimiento tradicional y la sostenibilidad en la producción de alimentos, constituyen elementos claves para que el territorio se enfrente a las crisis a través de espacios locales de cooperación que autoalimenten el desarrollo endógeno. La identificacion de experiencias està relacionada con sistemas de producción ecológica, sostenible, local y tradicional, estableciendo el enfoque del Agroecologia como filtro para la identificación de los casos empíricos. No existiendo una teorización específica sobre el Distrito Agroecológico, uno de los objetivos de la investigación es probar la posible existencia empírica de un sistema territorial que pueda representar las variables entre la teorización del Distrito y el enfoque de la Agroecología. En este contexto el marco definido en el trabajo ha sido instrumental para la identificación de las experiencias y la relevación de las dinámicas...