Página 1 dos resultados de 2 itens digitais encontrados em 0.066 segundos

Le strutture cognitive della comunicazione politica; Il caso dell’elezioni politiche del 24-25 Febbraio 2013

DI PIETRO, STEFANO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
IT
Relevância na Pesquisa
156.33%
I linguaggi politici nella modernità hanno subito, ancor più fortemente di altri, l’emergere della dimensione multimediale frutto dello sviluppo tecnologico. Il codice propriamente verbale-linguistico riveste ormai solo una parte del nucleo significativo dell’accadere politico. La comunicazione politica, ora deve comprendere qualsiasi evento in grado di essere trasmesso e quindi guardato da un soggetto/elettore. Servono dunque strumenti concettuali diversi. Proprio perché la comunicazione politica comprende ogni “manifestazione ostensiva”, essa deve comprendere una visione dell’uomo e del suo stare al mondo moderna e coerente che ci permetta di capire il più possibile le dinamiche attraverso cui l’uomo dà senso e significato a un messaggio, non in quanto enunciato linguistico ma in quanto “segno”, qualsiasi sia la sua dimensione contestuale. Il progetto di ricerca consiste in tre parti principali. Nella prima si analizza il paradigma della mente descritto dalle scienze cognitive di recente formazione creando le basi per l’analisi dei fenomeni appartenenti a ciò che oggi è da ritenersi comunicazione politica operando una integrazione tra approcci diversi in una prospettiva integrata. Nella seconda parte si svolge un’analisi estensiva delle elezioni politiche del 2012-2013 mettendo in luce le strutture ricorrenti che rappresentano una particolare identità soprattutto analizzando l’uso dell’immagine e di un linguaggio sincretico di tipo metaforico che ben si applica ai mezzi di comunicazione più moderni che in tempi recenti rivestono un’importanza sempre maggiore. Nella terza parte si traggono le conclusioni mostrando i risultati dell’analisi svolta e proponendo futuri sviluppi nel campo di ricerca in oggetto.; Sapienza University of Rome; George Lakoff at University of California...

Per una interpretazione delle nuove TV; Dai giochi linguistici ai giochi mediali

LIBERACE, PAOLA
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
IT
Relevância na Pesquisa
56.39%
La tesi riporta i risultati dell’indagine sulle ultime entità mediali sorte dall’evoluzione della TV. La ricerca ripercorre i casi di studio più significativi che incarnano la trasformazione in corso, domandandosi come sia possibile interpretarne il significato. Rispetto alle tante proposte teoriche già avanzate, l’obiettivo non è quello di giungere a una definizione il più possibile ultimativa della TV e delle ultime forme mediali ad essa correlate, ma semmai quello di verificare quale modello teorico sia necessario adottare per comprenderne gli sviluppi. Concentrandorsi sul medium, l’indagine sceglie di guardare al consumo, invece che alla produzione, e quindi di inquadrare anzitutto il pubblico: piuttosto che contrapporre “vecchie” e “nuove” audience, viene evidenziato il loro tentativo comune di colmare le lacune dell’esistenza attraverso i significati ricevuti, rielaborati, ricreati tramite la TV. Il modello teorico che viene proposto è quindi di tipo linguistico, mutuato dalla filosofia di Wittgenstein, e prevede di interpretare le “nuove TV” come altrettanti “giochi mediali”, in cui i partecipanti – membri della “forma di vita” dell’audience – non si limitano a condividere e applicare regole di significato...